News

Il significato di prendere un farmaco lontano dai pasti

Il significato di prendere un farmaco lontano dai pasti

11 Agosto 2017

Quando capita di dover assumere un farmaco, spesso le persone vanno in ansia e in totale confusione, perché alcuni di questi prodotti devono essere presi, rigorosamente a stomaco vuoto o semplicemente a digiuno. Ma esattamente che cosa significa, assumere un farmaco lontano dai pasti o, in altre parole a digiuno? Questo vuol dire, che prima di prendere il medicinale devono trascorrete, almeno due ore dall'ultimo pasto che si è consumato, oppure dopo l'assunzione del farmaco, bisogna attendere almeno, un'ora prima di iniziare a mangiare.

I farmaci, che richiedono questa piccola e particolare attenzione nell'assunzione, fanno parte di una categoria specifica e in questo modo, possono essere assorbiti correttamente dall'organismo e svolgere la loro funzione in modo giusto. Dovete sapere, che la presenza del cibo nello stomaco, non permette al farmaco di essere assorbito, perché rimane per troppo tempo intrappolato, in una "situazione" di acidità e di conseguenza, il medicinale può subire dei danni e non riuscire a portare a termine il suo compito. Inoltre, in alcuni alimenti sono presenti delle sostanze, che riducono le qualità del farmaco e quindi è consigliabile e importante, consumare questi medicinali a stomaco vuoto.

Per una maggiore chiarezza, esponeteci le vostre domande e i vostri dubbi o chiedete al medico di fiducia.

Perché non bisogna schiacciare i brufoli?

Perché non bisogna schiacciare i brufoli?

10 Agosto 2017

I brufoli sono i fastidiosi nemici della nostra pelle e la loro comparsa, ogni volta si trasforma in un dramma. In molti pensano, che quando un brufolo è maturo, la cosa giusta da fare è schiacciarlo, perché in questo modo il problema si elimina. Attenzione, perché questo gesto non è corretto, ma al contrario peggiora solo la situazione.

Il brufolo compare sulla pelle del viso o su quella del corpo, a causa di un'infiammazione che infetta i bulbi piliferi e la conseguenza, è un aumento nella produzione di sebo. La bollicina, non deve essere mai schiacciata, perché in questo modo si possono provocare dei danni al bulbo pilifero e segnare la pelle, con la comparsa di cicatrici incancellabili. Se il brufolo appare sotto pelle, non dovete schiacciarlo e allo stesso tempo, non dovete farlo se vi sembra "maturo" giallo e molto visibile. Per evitare, che il problema peggiori sarà sufficiente detergere correttamente l'epidermide e, soprattutto utilizzare prodotti specifici delicati e non aggressivi.

Nella nostra farmacia troverete tantissimi prodotti, mirati a risolvere questo problema, disponibili in diversi formati e un personale specializzato, che vi darà dei consigli, sulle corrette abitudini, per detergere perfettamente la vostra pelle.

Prodotti di bellezza, perché usare le creme da notte e quali scegliere

Prodotti di bellezza, perché usare le creme da notte e quali scegliere

09 Agosto 2017

Per l’idratazione e la rigenerazione cellulare, la notte è il momento migliore: le cellule della pelle, infatti, raggiungono il picco di maggiore attività a mezzanotte e in queste ore sono particolarmente ricettive ai trattamenti cosmetici e meglio predisposte ad assorbire i principi attivi di creme, oli e sieri.

Mentre di giorno occorre fornire alla pelle la giusta protezione dai danni del sole e dello smog con prodotti specifici, idratanti e ricchi di antiossidanti, per il riposo notturno sono da preferire le creme da notte nutrienti e anti-invecchiamento, in grado di riparare il danno cellulare.

Le creme da notte migliori sono quelle che contengono sostanze in grado di potenziare i processi di rigenerazione e autoriparazione che si attivano durante la fase del sonno profondo, e stimolare la produzione di collagene ed elastina.

Sì quindi a prodotti a base di acido ialuronico, vitamina A, B3 e Pro-vitamina B5, vitamina E, ceramidi, acidi grassi essenziali omega 3 e omega 6, biotina e squalano. Validi anche l’estratto di melograno e l’estratto idrolizzato di pomodoro, ricco dell’antiossidante licopene.

Fra gli oli, ottimi quello di bacche di Goji, l’olio di jojoba, l’olio di macadamia e l’olio d’oliva.

Non servono invece i filtri solari: sono ovviamente inutili e per di più appesantiscono l’epidermide.

Quali sono i rischi di fare un piercing?

Quali sono i rischi di fare un piercing?

08 Agosto 2017

Il piercing, ormai sembra essere diventato una moda, una tendenza e molti giovani e diciamo, che anche persone appartenenti a tutte le età, non resistono alla voglia di sfoggiarlo in una parte del corpo, dove sia più o meno visibile. Non abbiamo nulla in contrario, perché ognuno è libero di fare le proprio scelte in base ai propri gusti e al proprio stile di vita, ma quando si decide di farsi un piercing, bisogna prestare attenzione ai possibili rischi.

Dovete sapere, che i rischi e i possibili inconvenienti associati al piercing, variano in base alla zona del corpo dove lo si vuole applicare e sono legati in modo determinante, soprattutto all'esperienza e all'abilità di chi effettua questo delicato "intervento". Il rischio maggiore è quello di essere vittime di infezioni di natura più o meno grave come la micosi cutanea o l'epatite virale. Avete deciso di farvi un piercing? Benissimo, il nostro consiglio è quello di rivolgervi, a dei seri professionisti specializzati e che operano in centri a norma di igiene.

Dopo esservi fatti il piercing è importante disinfettare, utilizzando un tipo di sapone antibatterico. Mentre, in sostituzione potete usare l'acqua e il sale, ma l'arrossamento deve essere leggero e non deve essere presente una secrezione di pus. In questo specifico caso, nella nostra farmacia, troverete delle valide risposte e un sostegno maggiore alle vostre domande.

Attenzione ai farmaci falsi acquistati su internet, il 32% senza principi attivi

Attenzione ai farmaci falsi acquistati su internet, il 32% senza principi attivi

07 Agosto 2017

Cercare di risparmiare acquistando medicine online può rivelarsi controproducente e in alcuni casi anche pericoloso per la propria salute.

L’allarme arriva dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), sulla base dei dati rilasciati dall’Ocse in riferimento all’analisi dei mercati illegali a livello globale.

Secondo stime attendibili, il 7% circa dei farmaci comprati via web risulta contraffatto, ma la percentuale sale fino al 50% per i Paesi dell’Asia e dell’Africa.

Fra i medicinali contraffatti, ben il 32% è completamente privo di principi attivi, il 20% ne contiene quantità non corrette, mentre il 21,4% è composto da ingredienti sbagliati. Inoltre l’8,5% presenta impurità o contaminazioni e il 15,6%, pur avendo ingredienti e quantità corretti, ha un falso packaging.

Un caso recente di contraffazione è stato scoperto proprio in Italia: grazie alla segnalazione di un medico riguardo una sospetta falsificazione, l’Aifa ha rinvenuto alcuni flaconi di Dysport 500 che presentavano un difetto nell’apertura.

Un'ulteriore verifica ha accertato che data di confezionamento e scadenza non corrispondevano ad alcun lotto di Dysport 500 prodotto dall’azienda. In seguito sono stati sequestrati altri flaconi con confezionamento in turco.

In caso di sospetta contraffazione, bisogna sempre segnalare il caso all’Aifa, così come per eventuali furti di medicinali o episodi di traffico illegale di farmaci, perché occorre limitare al massimo il rischio che ai malati vengano somministrate medicine contraffatte pericolose per la salute.

La tiroide, una ghiandola molto importante

La tiroide, una ghiandola molto importante

06 Agosto 2017

La tiroide è una ghiandola dalle dimensioni molto piccole, si trova alla base del collo e per il nostro organismo, la sua corretta funzione è molto importante. Questa ghiandola, infatti produce ormoni tiroidei, che sono indispensabili, fin dai primi minuti di vita di ogni essere umano e per il feto sono necessari, perché gli permettono di sviluppare perfettamente il corpo e il sistema nervoso centrale. Dovete sapere, che se gli ormoni tiroidei sono carenti, quando il bambino è ancora nell'utero della mamma, alla nascita possono presentarsi delle disabilità intellettive.

Nell'età adulta, il perfetto funzionamento della tiroide sostiene il bilancio energetico e mantiene sane tutte le funzioni vitali dell'organismo. Quando gli ormoni tiroidei, nel sangue si abbassano o si alzano notevolmente, questo indica che la tiroide non funziona bene. Le patologie legate ai problemi di tiroide sono l'ipotiroidismo, che indica la carenza di ormoni tiroidei e l'ipertiroidismo, che significa un aumento degli ormoni tiroidei. In entrambe le situazioni, la comparsa di questo disturbo trova un'associazione con la genetica, oppure per uno sviluppo errato della tiroide. Nell'ipotiroidismo i sintomi, che generalmente si riscontrano sono il senso di stanchezza fisica, l'affaticamento, l'aumento del peso, la mancanza di concentrazione e la stipsi. Al contrario, nell'ipertiroidismo i battiti cardiaci sono più veloci, aumenta il senso di nervosismo, la sudorazione diventa eccessiva e si perde il peso corporeo con molta facilità.

Per maggiori informazioni e chiarezza, non esitate a chiederci un parere e vi indirizzeremo verso la soluzione migliore al vostro caso.

Integratori naturali di vitamine

Integratori naturali di vitamine

05 Agosto 2017

Il nostro organismo, per mantenersi in perfetta salute ha il costante bisogno di assumere, con regolarità una buona quantità di vitamine. La carenza di queste preziose sostanze, nel breve periodo non crea danni preoccupanti sulla salute fisica, ma nel lungo periodo possono comparire disturbi, che si riflettono a sfavore del benessere della salute e creano disagi, anche a livello psicologico. In questo nuovo articolo dedicato alla salute dell'organismo, ci occupiamo di questo argomento e vi presentiamo alcuni integratori alimentari naturali, in modo da farne una "buona scorta".

Integratori alimentari naturali

La vitamina A (retinolo) mantiene in buona salute la vista, la pelle, le ossa, i denti e rafforza il sistema immunitario. Si trova maggiormente, nelle carote, nel mango, nei broccoli e nel fegato.

La vitamina B1 (tiamina) protegge le funzioni nervose e l'apparato cardio vascolare. In più, facilita all'organismo il metabolismo dei carboidrati. Sono ricchi i pomodori, il latte i semi di girasole e l'anguria.

La vitamina B2 (Riboflavina) non deve essere mai carente, perché se viene a mancare provoca la carenza di altre importanti vitamine. Migliora la vista e la pelle e si trova in quantità elevate nelle uova, nei broccoli, gli spinaci e i crostacei.

La vitamina B3 (Niacina PP) la sua mancanza al nostro organismo può causare la pellegra, la dermatite e problemi all'intestino. Gli alimenti, che ne contengono una buona percentuale sono il pesce, i gamberi, le bistecche e le patate.

La vitamina B6 (Piridossina) è indispensabile per il corretto assorbimento degli amminoacidi e gli acidi grassi e facilita la sintesi dei globuli rossi. E' contenuta nei pomodori, nelle banane, gli spinaci e il riso.

La vitamina B12 (Cobalamina) mantiene sana la funzione delle cellule e la sua carenza, può causare l'anemia perniciosa. Il latte, il pesce, il pollo e le uova sono un'ottima fonte di questa vitamina.

La vitamina C (acido ascorbico) aumenta e rafforza le difese immunitarie e mantiene i tessuti delle arterie in buona salute. I più consigliati sono gli agrumi, il kiwi, le fragole e il mango.

La vitamina D rafforza e protegge le ossa. Si trova nelle uova, nel latte, nel fegato e nel sole. Non stupitevi, perché il sole contiene questa vitamina.

La vitamina K è fondamentale, per la coagulazione del sangue e sostiene la funzione delle proteine che formano le ossa. Questa vitamina è presente un buona percentuale nei broccoli, nei cavoli, nell'insalata e nelle rape.

Carenza di vitamine? Non scherziamo! Vieni in farmacia e sapremo consigliarti gli integratori migliori per assumere il giusto quantitativo di vitamine e minerali che non riesci a integrare con la sola alimentazione.

Emicrania con aura, una particolare forma di cefalea

Emicrania con aura, una particolare forma di cefalea

04 Agosto 2017

L'emicrania con aura è una particolare forma di cefalea e, oltre al dolore intenso, si riscontrano anche fastidiosi sintomi visivi. Le cause, che provocano questo tipo di emicrania, ancora non sono ben definite, ma sembrerebbe esserci un forte legame con la genetica, lo stress e gli intensi sforzi fisici.

L'emicrania con aura provoca disturbi visivi simili ad allucinazioni, come lampi di luce, immagini brillanti, ombre e offuscamenti, mentre a contatto con la realtà, le immagini possono apparire distorte e spesso, si avverte una forte difficoltà nel mettere a fuoco quello che si ha davanti. Inoltre, tutti questi disturbi elencati possono essere accompagnati, dalla sensazione di essere punti da un ago, un formicolio che interesse la bocca, la lingua e le dita e problemi nel parlare correttamente. Il dolore, nella maggior parte dei casi è intenso e insopportabile e può dare origine anche ad attacchi di vertigini.

Il consiglio, in caso si presenti questa patologia è di non abusare con gli analgesici, ma bensì, rivolgersi ai nostri farmacisti, per un aiuto maggiore o parlarne con il proprio medico di fiducia, che se lo riterrà opportuno, vi indirizzerà da un neurologo, in modo da avere un quadro della situazione più completo e chiaro.

Cosa fare in caso di nausea?

Cosa fare in caso di nausea?

03 Agosto 2017

La nausea è un malessere, molto frequente e la sua origine, il più delle volte può essere determinata da cause diverse. E' un disturbo, che generalmente compare dopo grandi abbuffate alimentari, dopo il consumo eccessivo di bevande alcoliche e dopo lunghi o brevi viaggi in macchina, in treno, in aereo o in nave. La sua comparsa è giustificata, nelle donne nei primi tre mesi di gravidanza e può presentarsi, in modo spontaneo anche dopo un'influenza o dopo e durante un forte e intenso mal i testa.

Quando il il senso di malessere è lieve, sulla nausea si può intervenire utilizzando farmaci antiacidi, che aiutano a contrastare l'acidità gastrica e agiscono attenuando il fastidio, oppure si possono assumere i procinetici, che sono farmaci che migliorano la funzione digestiva. In alternativa, se la nausea è provocata dai viaggi, è indicato assumere farmaci anti-cinetosi o antistamici, che permettono di calmare il problema notevolmente.

Il nostro consiglio rimane sempre lo stesso, per un supporto maggiore e migliore, ma soprattutto mirato a risolvere il problema, non dovete assolutamente esitare a chiederci un parere e un consiglio, perché sicuramente vi garantiremo una soluzione adeguata ed efficace.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.