Come si cura l´eritema solare?

Come si cura l´eritema solare? 13 Agosto 2017

L'eritema solare, purtroppo è un problema che si forma sulla pelle del corpo o del viso, in mancanza della giusta protezione dai raggi solari. Questa infiammazione, infatti è causata maggiormente dai raggi UVB e per evitare la comparsa, di questo spiacevole fastidio è importante proteggere la pelle con i giusti filtri solari (protezione dai raggi UVB e i raggi UVA) e nelle ore più calde, stare lontani dal sole. La protezione solare, deve essere scelta in base al proprio fototipo di pelle e deve essere applicata regolarmente, durante l'esposizione al sole.

Per calmare e attenuare l'eritema solare bisogna idratare la pelle e applicare prodotti specifici, che siano ricchi di principi lenitivi e decongestionanti, che agiscano favorendo la rigenerazione della parte lesionata. I prodotti, più adatti per curare questo problema sono le emulsioni, le schiume e gli spray, perché si assorbono facilmente, non vanno massaggiate e in questo modo, si evita di strofinare la zona irritata dove compare l'eritema. Inoltre, se il dolore è insopportabile, si possono applicare molto delicatamente degli impacchi freddi utilizzando il ghiaccio, avvolgendolo in un panno soffice e di cotone.

Per consigli e prodotti specifici per trattare l'eritema solare, nella nostra farmacia, il nostro personale specializzato vi guiderà alla scelta più adatta alle vostre esigenze, per calmare il problema.

Ultime news
  • La pancia gonfia e i suoi tanti perché

    20 Agosto 2017

    Il fastidioso senso di pancia gonfia è un disturbo, abbastanza frequente e diffuso maggiormente nelle donne, perché spesso compare qualche giorno prima, dell'arrivo del ciclo mestruale. In questa specifica situazione, i liquidi vengono trattenuti e il malessere si attenua fino a scomparire, quando compare il flusso delle mestruazioni.

    Abbiamo detto, che questo tipo di problema coinvolge maggiormente il sesso femminile, ma tutti possono soffrire di questo disturbo e per controllarlo, bisogna prestare attenzione all'alimentazione. Infatti, il consiglio è quello di consumare regolarmente frutta, verdura e limitare il consumo del sale, perché queste preziose accortezze alimentari, vi permettono di evitare e ridurre l'accumulo di liquidi.

    Ci sono situazioni in cui la pancia si gonfia, perché si accumula una quantità eccessiva di aria e questo viene generalmente, associato ad un problema di cattiva e lenta digestione, a possibile problemi intestinali, a intolleranze ad alcuni alimenti, al consumare troppo veloce dei cibi e a volte anche, allo stress e all'ansia. E' importante masticare gli alimenti lentamente, con la dovuta calma e e cercare di ridurre il consumo del pane e dei prodotti lievitati. Inoltre, è indispensabile evitare l'abuso di alcol, cibi fritti e condimenti troppo elaborati.

    Se il sintomo vi crea disagio e malessere, affidatevi a noi e al medico di fiducia, perché la nostra esperienza e professionalità, vi aiuterà a risolvere il problema.

  • Come prevenire e curare la dermatite da pannolino

    19 Agosto 2017

    Nei neonati, il pannolino molto frequentemente può causare degli arrossamenti, che interessano il sederino e i genitali. Questa irritazione prende il nome di dermatite da pannolino e rappresenta una reazione allergica della pelle, che accompagna i primi anni di vita del piccolo bambino. Questo fastidioso arrossamento è causato dall'urina, che rimanendo nel pannolino e a contatto con queste parti del corpo molto delicate, tra il bagnato, il caldo e l'umido, provoca un soffocamento dell'epidermide e ne causa la sua formazione.

    Per prevenire e curare questo problema, bisogna detergere con cura e regolarità la parte utilizzando acqua tiepida, sapone neutro e applicare dopo ogni lavaggio, una crema delicata che svolga un'azione emolliente, idrante, ma anche protettiva. E' importante che la crema che scegliete di applicare, non contenga nichel e additivi, perché potrebbero provocare delle reazioni allergiche. Il prodotto in crema deve essere ricco di elementi e sostanze "grasse", tra cui il pantenolo e le vitamine, che permettono e facilitano il rinnovamento dell'epidermide.

    Nella nostra struttura farmaceutica, potete rivolgere al nostro personale ogni vostra domanda di dubbio a riguardo ed avere risposte mirate per tenere sotto controllo questo problema e in più, troverete i prodotti più indicati, per mantenere il vostro bambino in perfetta salute.

  • Se la vista si abbassa la sera, da cosa può dipendere?

    18 Agosto 2017

    Quando la vista si abbassa la sera, questo disturbo può essere provocato da diversi fattori. Prima di tutto dobbiamo evidenziare, che le persone affette dalla miopia con il calare del sole e negli ambienti poco illuminati non vedono bene. Sulla qualità della vista, può incidere la forte carenza di vitamine, ma anche la stanchezza e l'affaticamento sono responsabili di un abbassamento momentaneo della vista la sera. In casi più gravi, la riduzione della vista in questo momento specifico della giornata, può derivare da una malattia dell'occhio che prende il nome di retinopatia pigmentaria e impedisce una vista chiara e limpida, ma in questo specifico caso è indispensabile sottoporsi ad una visita oculistica.

    Per mantenere gli occhi in salute è importante assumere la giusta quantità di acqua e non far mai mancare la vitamina A, la E, la C e le vitamine appartenenti al gruppo B. La vitamina A è fondamentale, per il benessere della degli occhi e per migliorare la salute della vista, inoltre, un grande aiuto lo si può trovare negli integratori a base di mirtillo, perché grazie al loro elevato contenuto di antocianine, favoriscono l'adattamento della vista al buio e, influiscono a vedere meglio nelle ore serali.

    Se questo problema, purtroppo accompagna le vostre serate, nella nostra farmacia e parlandone con il vostro medico di fiducia, troverete una valida soluzione.

Rubriche
  • Rilassa il tuo bimbo con la lavanda

    16 Agosto 2017

    Innanzitutto mi presento, io mi chiamo Emma e inizio a “imbrattare” questi fogli per fissare nero su bianco dei piccoli appunti quotidiani che utilizzo per la “cura” del mio bambino. Voglio abbozzare queste pagine rivelandovi i segreti di una pianta meravigliosa conosciuta e impiegata niente meno che dai tempi degli antichi Romani: la lavanda. Per rilassarsi al meglio i Romani erano infatti soliti affondare il proprio corpo nelle acque termali arricchite da mazzetti di lavanda. Vero è che avevano proprio ragione: la lavanda è un ottimo rimedio per rilassarsi!

    Ma che cosa c'entra tutto ciò con il mio bambino? Ora vi spiego. Il mio piccolo Andrea ieri era a dir poco irrequieto e non riuscivo a calmarlo in nessun modo; hai voglia di prenderlo in braccio e di cantargli la sua canzoncina preferita... Nulla. Tutto il mio impegno si risolveva sempre in un buco nell'acqua. Ero sull'orlo di una crisi di nervi e non sapevo cosa fare; allora ho preso il telefono e ho chiamato mia madre: mi serviva assolutamente il suo aiuto. “Mamma chiama mamma”: funziona sempre così!

    Ed eccola lì, come al solito aveva la soluzione a portata di mano. Anzi me l'ha proprio portata a casa ! Per fortuna abitiamo a due isolati di distanza! Nel giro di mezz'ora è arrivata e mi ha consegnato la sua boccetta di olio essenziale di lavanda (lavanda officinalis) con tanto di lectio magistralis sulle virtù di questa pianta usata in farmacia, erboristeria, saponeria e bla bla bla. Vi dico la verità: non la seguo quando si fa prendere la mano dalla sua logorrea. Io volevo solo calmare il mio bambino; per tutto il resto c'è sempre tempo. Mi è bastato mettere una goccia di quest'olio essenziale lavorato con un cucchiaino di miele nell'acqua del bagnetto di Andrea, ed eccolo lì bello rilassato e sorridente. L'olio essenziale di lavanda funziona davvero, dal momento che ha un effetto rilassante lodevole!

    Ad ogni modo, se non si trova l'olio essenziale ci si può rifare alla saggezza degli antichi Romani: basterà immergere un pugno di fiori di lavanda nell'acqua! Chiaramente prima di fare il bagnetto ad Andrea ho diluito una goccia di lavanda con un l'olio di mandorle dolci (andrà bene qualsiasi olio vettore) e gliel'ho passato sul gomito, non fosse mai che il mio bambino risultasse allergico! Si tratta di un piccolo accorgimento che consiglio a tutte voi.

  • LA BANANA NON DEVE ESSERE MAI CARENTE NEGLI SPORTIVI

    02 Agosto 2017

    Quando si fa sport ci sono degli alimenti, che vengono considerati indispensabili e nel nostro caso parleremo del ruolo importante, che la banana svolge per il benessere dell'attività fisica. Ebbene si, la banana grazie al prezioso componente, chiamato potassio è un alleato completamente naturale dello sportivo e per questo è in grado di agire sulle problematiche relative, alle contrazioni muscolari andando ad evitare la comparsa dei fastidiosi e dolorosi crampi. La dose di consumo consigliata in caso di sport sono 2 banane al giorno, perché garantiscono la giusta quantità di potassio all'organismo. Inoltre, questo frutto possiede una buona dose di carboidrati che sono fondamentali per l'organismo, perché vanno ad aumentare la resistenza allo sforzo fisico e di conseguenza producono un aumento dell'energia. Se preferite potete anche consumarla frullata, aggiungendo un pò di latte scremato in modo da non renderla eccessivamente pesante e difficile da digerire.

    La banana possiede molte vitamine fondamentali, che durante lo sport sono indispensabili e non devono mai essere carenti e sono la C, la B6 e non dobbiamo escludere l'elevata quantità di fibre, perché queste vanno a rendere il sistema immunitario più forte e protetto.

    Nella vita, in ogni decisione o strada che si sceglie di percorrere, ci sono regole e accorgimenti che possono sembrare talmente banali a cui a volte non si presta la giusta attenzione che meritano e questo frutto, cioè la banana per i vostri allenamenti è un valido aiuto naturale e sta a voi, approfittare dei suoi benefici in modo da poter svolgere nel modo corretto la vostra attività fisica. Questo frutto è unico nel suo genere, sia per le sue qualità, sia per i suoi benefici e se imparate a consumarlo quotidianamente, vi sentirete sempre in perfetta forma fisica.

    Una banana al giorno, leva i crampi di torno!

  • COSA BERE QUANDO SI FA SPORT

    26 Luglio 2017

    Quando si fa sport, questa attività provoca sforzo fisico con conseguente perdita di liquidi, quindi bere diventa fondamentale ed importante. Il consiglio, infatti è di mantenere un buon livello di idratazione, perché se scegliete di bere poco andate ad apportare un peso maggiore al vostro organismo, facendo diminuire il grado di resistenza e le prestazioni durante l'esercizio fisico. Ma cosa bisogna bere quando si fa sport? Semplice, acqua naturale, possibilmente a temperatura ambiente in modo da non andare in contrasto con la temperatura corporea, che in caso di sforzi subisce un notevole aumento. Oppure è meglio bere un tipo di bevande a base di sali minerali e poco zuccherate, perché aiutano a controllare la perdita eccessiva dei liquidi, evitando l'insorgere di crampi, giramenti di testa e possibili dolori muscolari e inoltre, in alternativa, potete decidere di consumare centrifughe a base di ingredienti naturali, come carote e sedano, perché sono ricche di acqua e aiutano a mantenere un alto grado di idratazione, evitando l'insorgere di fastidi ai muscoli e alle articolazioni.

    Come abbiamo visto bere durante lo svolgimento di un'attività fisica è fondamentale, pensate che bisognerebbe dedicare a questa preziosa attenzione, almeno ogni 10 o 15 minuti di allenamento, almeno 5 minuti di pausa per il recupero fisico e per idratare l'organismo, con la giusta quantità di acqua. Questa regola può sembravi banale o di minima importanza, ma se imparate a seguirla e rispettarla noterete miglioramenti, in quando andrete ad aumentare l'energia per svolgere nella maniera ottimale i vostri esercizi fisici, che siano a livello agonistico o che siano a livello amatoriale e avvertirete la stanchezza e i dolori con frequenza estremamente ridotta.

    Date il massimo di voi stessi durante lo sport, ma con le dovute attenzioni ogni giorno, perché bere deve essere una cosa naturale e di primaria importanza.

    Regole da rispettare, che non comportano grandi sacrifici e che vi, permettono di essere in salute in ogni momento, ma soprattutto durante lo svolgimento dei vostri allenamenti.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.